Il sito navigabile dei Velisti per Caso!
twitter facebook friendfeed flickr youtube scrivi a

velisti tv

> newsletter

> cerca

> credits

iscriviti alla
newsletter


cerca nel sito

La Goletta Verde in Emilia Romagna

Legambiente passa da Cesenatico e Porto Garibaldi

Una barca... di recupero

Fatta con 700 bottigliette di plastica!

Scuola a energia solare!

Prendiamo il sole per i nostri bambini

Regata di barche riciclate!

Nelle acque di Subic Bay, Filippine

E se i velisti monitorassero lo stato del mare?

E' l'idea del progetto YachtGOOS, presentato il 18-19 aprile a Livorno

Come diventare dei velisti e turisti sostenibili?

Syusy ha le idee molto chiare...

"Prendiamo il sole per i nostri bambini"

Energie rinnovabili fra i banchi di scuola

E' il momento del Plastiki!

Un catamarano fatto di bottiglie di plastica che può attraversare l'Oceano

Pannelli solari a bordo

Adriatica raccoglie l'energia solare grazie ai pannelli dei nostri complici di Enecom

Vernici naturali a bordo

Intervista a Gualberto Cappi, di Naturacrea vernici senza solventi

Vela responsabile

Vademecum: cosa fare e da non fare

Il manifesto della Vela Solidale

In 7 punti fondamentali

Vele solari

Funzionano come pannelli fotovoltaici flessibili, una sperimentazione ecofriendly!

Una nave cargo a vela

Super aquiloni per super navi!

Aree marine protette

Da difendere! In Italia sono 27

Il futuro della terra

Il punto di vista di Paul Crutzen

L'energia del vento

Scopriamo che cos'è il kitenav!

L'Energia: come si forma e come si trasforma

Gran parte del merito è del sole...

Riflettiamo sulle energie rinnovabili

I cambiamenti del clima e dello stato del mare sono evidenti, ci vuole prudenza

Com'è messo l'Ozono?

Per Paul Crutzen neanche tanto male, il problema sono i gas serra!

Adriatica ecologica

Alimentata dall'aria, dall'acqua e dal sole

Syusy madrina dell'energia rinnovabile

Intervistata sul periodico Fotovoltaici FV

Scuola a energia solare!

Nostra figlia Zoe ha fatto le elementari qui a Bologna, frequentando le mitiche Longhena. Si tratta di una "normalissima" scuola elementare, che però è collocata su Via di Casaglia, cioè sui colli.

Anticamente era destinata ai bimbi che avevano qualche probema di salute, soprattutto di natura polmonare. Ora è una scuola aperta a tutti, anche se purtroppo i problemi polmonari per i bambini di oggi che vivono in una città inquinata non sono finiti (e Zoe ne sa qualche cosa).

Ci sono dei pulmini del Comune che ogni mattina fanno il giro dei Viali e raccolgono i ragzzai e li portano a scuola. Tra l'altro la scuola è intitolata a Mario Longhena, un personaggio straordinario: figlio di un Garibaldino, insegnante, antifascista perseguitato e picchiato, poi resistente, dopo la guerra deputato socialista e socialdemocratico, direttore della Croce Rossa e soprattutto pedagogista illuminato.

Forse proprio per questo le Scuole Longhena sono da sempre anche una scuola sperimentale, aperta alle innovazioni pedagogiche. Questa iniziativa - che ben volentieri pubblicizziamo sul sito - lo dimostra: la scuola si è dotata di energie rinnovabili. Un esperimento importante, da tutti i punti di vista. Soprattutto l'occasione per dare ai ragazzi un esempio concreto e didatticamente prezioso. Come ex-genitori siamo stati molto fieri di questa iniziativa...

Patrizio e Syusy



Prendiamo il sole per i nostri bambini


100 ANNI FA - Sono dedicati ai bambini dall'inizio del secolo scorso i fabbricati di via Casaglia 39 a Bologna, per volere dell'allora Assessore alla Pubblica Istruzione Mario Longhena che triplicò le scuola dell'infanzia della città "senza uscire dal bilancio" ed inventò l'idea "rivoluzionaria" delle scuole all'aperto. Nato nel 1876, Longhena oggi avrebbe 136 anni, in questa scuola è ricordato così: i bambini non hanno patria, sono di tutti, di chi li ama, di chi si profonde in cure per essi: sono l'umanità futura che vogliamo meno dura e meno cattiva di quella dell'oggi.

OGGI E DOMANI - Sono dedicati ai bambini di oggi e di domani gli impianti da 19.92 kWp posizionati sul tetto della scuola Longhena che trasformano l'energia solare in corrente elettrica per oltre 2.000 kWh/mese di energia fotovoltaica che consentirà di risparmiare più di € 150.000 sulla bolletta elettrica del Comune di Bologna ed evitare l'emissione in atmosfera di oltre 350.000 kg di CO2.

1€ donato = 4 € alla scuola - Prendiamo il Sole per i nostri bambini consentirà a migliaia di bambini - fino ad almeno il 2032 - di sperimentare concretamente il valore dell'energia fotovoltaica nella loro "Scuola ad Energia Solare" e di ottenere gli incentivi previsti dalla produzione di energia rinnovabile per il ventennio 2012-2032: il denaro sarà erogato dalla tesosorerIa del Comune di Bologna nelle casse della scuola. Ogni euro offerto oggi equivale a 4 euro per la scuola. Contribuisci al progetto, visita il sito www.scuolalonghena.org/sole

Inserisci commento

Inserisci il codice

riportato qui a fianco

Questo website utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza d'uso. Proseguendo la navigazione date implicitamente il consenso all'uso dei cookie. close [ informazioni ]