Il sito navigabile dei Velisti per Caso!
twitter facebook friendfeed flickr youtube scrivi a

velisti tv

> newsletter

> cerca

> credits

iscriviti alla
newsletter


cerca nel sito

Giovanni Salvador: dalla Spagna alle Canarie

Vela senza barriere nel Mediterraneo

Sailing Campus a Trieste

Con Lo Spirito di Stella, partecipate!

Manifesto della nautica solidale

I sette principi da ricordare.

Matti per la vela

Quando la vela è un mezzo di integrazione

Il Chiossone a bordo!

Weekend speciale a bordo di Adriatica

Lo Spirito di Stella

Primo catamarano al mondo senza barriere

Stella solca l'Oceano!

L'avventura dello Spirito di Stella

Notizie da Andrea Stella!

Il catamarano accessibile ha attraversato l'Atlantico

Spirito libero by "Lo spirito di Stella"

Come sensibilizzare sui temi della disabilità e dell'abbattimento delle barriere architettoniche

VentoLibero

Il mare, nessuno escluso. Il vento, nessuno escluso!

Tutti a vela con Arché Sail

Una cooperativa trentina che promuove turismo velico solidale e accessibile sul Lago di Garda

A scuola in mezzo al mare

Niky Frascisco vive con la sua famiglia in mezzo mare e da lì studia

Una flotta di Emozioni

Una flotta di imbarcazioni totalmente accessibili nel Lago di Garda

Esiste la "Città Ideale"?

Un'intervista a Patrizio sul tema della disabilità, in barca e non.

Intervista doppia a Patrizio e Cino Ricci

A cura della redazione di "Nuovo Abitare"

Dal diario di Giovanni Salvador

Su Adriatica a Auckland!

Ferrari Yacht Design

Paolo e Mario Ferrari progettano barche senza barriere!

Manifesto della nautica solidale

Cari VPC,
per chi in questi giorni ha messo i remi in barca per dedicarsi completamente alle classiche attività delle feste, vi aggiorniamo sul viaggio che Andrea Stella ha intrapreso qualche settimana fa. Stiamo infatti continuando a seguire il suo viaggio verso Miami per l'impresa “I diritti solcano l'Oceano”. Dopo i festeggiamenti per il Natale a Gibilterra, il catamarano accessibile è ripartito verso l'Atlantico e nei giorni scorsi ha navigato lungo le coste del Marocco.

 

Prendiamo spunto da questa avventura per approfondire un po' il discorso legato alla vela solidale e vi parliamo del Manifesto della nautica solidale. Presentato ufficialmente la scorsa estate, è un'iniziativa che nasce dalle azioni dell'Autorità Portuale Nord Sardegna, che ha varato un'ordinanza che prevede una quota di posti barca pari al 3% riservati e attrezzati per soggetti (persone fisiche o giuridiche) disabili e/o appartenenti alle categorie protette. Partendo da questo punto fermo, l'Unione Vela Solidale ha stilato un vero e proprio Manifesto composto da 7 punti fondamentali, che rappresentano – come scrivono i rappresentanti dell'UVS – un punto di partenza “per raggiungere obiettivi che potrebbero sia dare giovamento a chi è svantaggiato, sia sviluppare la nautica da diporto e il turismo accessibile, nel suo insieme.”

 

Riportiamo i sette principi presenti sul documento:

1. destinazione di un numero adeguato di posti barca a disposizione dei diversamente abili che vogliono utilizzare i porti per la loro attività nautica;

2. installazione di bagni pubblici, e impianti di sollevamento per persone diversamente abili e ausili specifici per la fruibilità del patrimonio culturale del nostro ambiente;

3. abbattimento delle barriere architettoniche e adeguamento delle banchine di approdo, in considerazione anche del flusso delle maree. Barriere che si frappongono, anche se le barche vengono particolarmente adeguate a spesa dello stesso disabile;

4. riduzione dell’IVA sui prodotti e sulla manodopera per i lavori di abbattimento delle barriere sulle imbarcazioni di proprietà dei diversamente abili e nei porti;

5. abbattimento dei costi di stazionamento e dei posti barca per quelle associazioni che promuovono attività in mare, comprese quelle subacquee, per i diversamente abili;

6. audizione delle Commissioni parlamentari “Ambiente, territorio, infrastrutture e trasporti”, “Affari sociali” e “ Turismo “, di Camera dei Deputati e Senato, per proporre la creazione di Osservatorio su accessibilità, sport e disabilità, centralizzate e periferiche ivi comprese Parchi Nazionali;

7. proposta di una Legge Quadro finalizzata a razionalizzare le competenze dei porti e delle strutture ricettive in ambito nazionale, ma soprattutto ad armonizzare la proposta di destinazione delle quote di posti barca per disabili e strutture d’interfaccia con il territorio, in modo omogeneo in tutte le Regioni.

Per maggiori informazioni, vi rimandiamo direttamente al sito dell'Unione Vela Solidale, dove potete leggere l'intero documento.

Buon vento!


Serena Canu
Redazione di Velistipercaso.it

Inserisci commento

Inserisci il codice

riportato qui a fianco

Questo website utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza d'uso. Proseguendo la navigazione date implicitamente il consenso all'uso dei cookie. close [ informazioni ]