Il sito navigabile dei Velisti per Caso!
twitter facebook friendfeed flickr youtube scrivi a

velisti tv

> newsletter

> cerca

> credits

iscriviti alla
newsletter


cerca nel sito

Adriatica

Everything you need to know about the ship used by Patrizio Roversi and Syusy Blady during their first trip around the world.

Storia e viaggi di Adriatica

Quanti mari ha solcato la barca dei Velisti per Caso?

Consigli per stare bene in barca

Il bagaglio, la cucina, l'uso dell'acqua, i movimenti

Pannelli solari a bordo

Adriatica raccoglie l'energia solare grazie ai pannelli dei nostri complici di Enecom

Vernici naturali a bordo

Intervista a Gualberto Cappi, di Naturacrea vernici senza solventi

Strumentazione tecnica di Adriatica

Cosa c'è a bordo per aiutare la navigazione?

Adriatica risplende!

Le vernici Nanoprom ci rimettono a nuovo, viva le nanotecnologie!

Consigli per stare bene in barca

Cari Velistipercaso,

con la bella stagione è arrivato anche il momento di ripassare alcune nozioni di base sulla vita di bordo. Se siete degli esperti di mare probabilmente non ne avrete bisogno, ma se avete in programma un'uscita e non avete alle spalle molta esperienza qualche consiglio potrebbe tornarvi utile!

 

Che siate dei velisti navigati e sappiate esattamente come muovervi in barca o, al contrario, dei veri e propri velisti per caso che ancora si chiedono perplessi cosa sia il boma, salire a bordo di Adriatica può essere un'esperienza unica. Per chi non ha molta dimestichezza col mare, credo che Adriatica sia assolutamente adatta a fare da "nave scuola", cioè da luogo di iniziazione alla vela: è sicura, comoda, tranquilla ma è anche una gran bella barca, capace di farvi provare l’emozione di un bel bordo a vela anche con poco vento. D'altra parte, se siete dei veri appassionati di navigazione, salire a bordo di Adriatica può essere la scusa per prendervi la soddisfazione di navigare a bordo di uno sloop di 70 piedi in acciaio che ha fatto due giri del Mondo.

 

Essendo io il velista per caso per eccellenza, l’antieroe anti-sportivo per vocazione, il non-marinaio irriducibile, mi permetto di dare a coloro che mettono piede per la prima volta (o quasi) su una barca qualche consiglio basico. Non offendetevi, né pensate che salire in barca sia poi questa grande impresa riservata solo a pochi iniziati, solo si tratta di sapere alcune cosette che potranno portarvi ad avere un tranquillo adattamento...

 

La prima vera prova del marinaio è la preparazione del bagaglio. Quella della valigia rigida in barca è un classico del neofita sprovveduto. In barca portate soltanto borse flosce, che una volta vuotate si possano schiacciare in fondo ad un gavone (cassapanca), anche perché di solito c'è pochissimo spazio dove mettere la vostra roba. E la roba deve essere poca: per una settimana in barca servono solo alcune magliette, biancheria (ma nemmeno tanta perché si sta spesso in costume), un paio di costumi da bagno, una felpa e un paio di pantaloni e di calze per la notte.

Per ripararvi da eventuale pioggia o spruzzi, portate al massimo una giacca impermeabile leggera, anche perché di cerate (giacche impermeabili pesanti) a bordo ce ne dovrebbero essere. Servono però possibilmente due paia di scarpe: uno per andare a terra e un altro (con le suole lisce e bianche) per stare a bordo. Le scarpe (non ciabatte) a bordo sono importanti: servono a non rompersi le dita contro bozzelli (fastidiosi tranelli attaccati alla coperta della barca) e altri ostacoli. Mi sembra banale dire di portare creme contro le scottature, ma va detto che in barca il sole è particolarmente implacabile. Se intendete usarle, portate anche pinne e maschere (a bordo qualcosa c’è).

 

Se non avete mai provato l'esperienza di dormire in barca, non stupitevi se le cuccette sono strette. Anzi, quelle di Adriatica sono fin troppo larghe per una barca, perché quando si naviga conviene stare ben fermi e incastrati in un letto a misura, anziché rotolare qua e là in un letto troppo largo. Che poi è quello che ho provato io per due oceani, visto che i furboni che sapevano come vanno le cose a bordo mi avevano "gentilmente" offerto il matrimoniale...

 

Su Adriatica c'è una cucina abbastanza grande, ma non dimenticate che si tratta comunque della cucina di una barca. Gli spazi quindi sono ridotti e gli alimenti vengono stipati dall'equipaggio con la maestria degna di un mago nei buchi più nascosti della cucina. Se avete idiosincrasie alimentari o allergie, ditelo per tempo all'equipaggio oppure portatevi dietro alimenti che pensate non sia facile trovare lungo il viaggio: io per esempio, un paio di anni fa avevo maturato una insana passione per un tale caffè solubile decaffeinato, e me lo sono portato...

 

L’acqua che viene prodotta dal desalinatore è perfettamente potabile (io l’ho bevuta per mesi) a patto che sia raccolta direttamente quando sgorga dalla... sorgente, cioè il desalinatore medesimo. Quindi non bevete quella che scorre dai rubinetti, perché passa per i serbatoi. A questo punto i neofiti della vela si staranno probabilmente chiedendo se navigare vuol dire per forza star scomodi. In realtà, una volta imparate le regole di base non è poi così difficile adattarsi alla vita di bordo.

I consigli che posso darvi sono vari, ma lascerò per un'altra occasione i due argomenti più “spinosi”: come sopravvivere alla navigazione (e chi soffre di mal di mare sa di cosa parlo) e i suggerimenti per usare il famigerato bagno delle barche.

 

Patrizio

Commenti

buongiorno partecipero' al giro PIGAFETTA 500 DA UHSAIA A TAHITI, VORREI ALCUNE INFORMAZIONI RELATIVO AL TIPO DI ABBIGLIAMENTO E INFO DELLA BERCA.
QULALE ABBIGLIAMENTO PORTARE, ESTREMO E TECNICO CON MATERIALI TECNICI E SINTETICI E SE CONOSCETE DEI NEGOZI SPECIALIZZATI A MILANO DOVE CONSIGLIRCI PER PRENDERE CONTATTO.INOLTRE VOREI SAPERE SE C'E' RISCALDAMENTO E LA BHIANCHERIA LETTO COMPRESO PIUMONIMO O MATERIALI ANALOGHI SONO DI NF, FORNITURA O SONO ACCESSORI FORNITI DALL'ORGANIZZAZIONE TK CORDIALI SALUTI

inserito da Martinalli Paolino il 28/05/2013 alle 03:23

Ciao Paolino, manda un'e-mail direttamente agli amici dell'associazione Pigafetta 500 per conoscere le dotazioni di partenza! L'indirizzo è pigafetta500@gmail.com

inserito da Velistipercaso.it il 03/06/2013 alle 12:30

Inserisci commento

Inserisci il codice

riportato qui a fianco

Questo website utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza d'uso. Proseguendo la navigazione date implicitamente il consenso all'uso dei cookie. close [ informazioni ]